la nostra Storia È ciò che siamo.
Esserci nel tempo. Per voi.

Foto di David Emrich su Unsplash

La nostra Storia – Come nasce Pistakkio®

Home » Storia

Tempo di lettura stimato: 8 minuti

Iniziare dalla Storia è sempre difficile. Raccontare gli inizi di ogni impresa, che sia individuale o di gruppo, significa andare a scavare dentro alle più intime ambizioni che abbiamo dentro. È così anche per noi, ma lo stesso proveremo a descrivere che cosa ci ha portato a far nascere il progetto di Pistakkio Marketing®.

Pistakkio® nasce nel febbraio 2019 come un’idea di marketing digitale, su iniziativa del CEO & Founder, dott. Fabrizio Gabrielli. L’idea del progetto era nata già nel 2015, ma per ragioni che cercheremo di spiegare è stato possibile lanciare il progetto solo dopo quattro anni, con dei momenti di preparazione, alternati a tanta autoformazione professionale con corsi di digital marketing, sia in presenza che online, e corsi di autocertificazione delle competenze digitali.

Chi sono

Dott. Fabrizio Gabrielli

Ho una formazione linguistica e una laurea alla Scuola Superiore di Lingue Moderne di Trieste, parlo cinque lingue (italiano, inglese, tedesco, russo e spagnolo, ma mi arrangio anche col francese). Mi sono laureato nel 1995 con una tesi sul doppiaggio cinematografico riguardante il cinema tedesco. La mia tesi di laurea è stata apprezzata negli ambienti di Cinecittà e ha partecipato al celebre premio Filippo Sacchi, organizzato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, celebre perché organizza i Nastri d’Argento. Nel frattempo, facevo il redattore per alcune fanzine di cinema online, Stradanove è rimasta, le altre sono tutte sparite. Ho bazzicato un paio di edizioni dei suddetti Nastri d’Argento, 1995 e 1996, poi iniziai a scrivere articoli anche di peso, in quell’ambiente patinato e velato di glamour, che però non sentivo mio. Nel 1996 pubblicai il mio primo sito sul cinema tedesco (esiste ancora su WayBack Machine di WebArchive.org, eccolo qua, si chiamava ), prime esperienze quindi con l’html puro e con i CSS, mi pare eravamo ad HTML prima 2 e poi 3 (oggi siamo alla 5). Poi, sei o sette mesi dopo, con un altro sito, Il cinema su iTalway, fui citato nella rassegna ufficiale di Mosaic (per chi se la ricorda!), il primo glorioso browser dell’Università dell’Illinois, che oggi ha in Mozilla Firefox il suo epigono e successore.

Erano gli anni dei testi nascosti scritti con lo stesso colore dello sfondo, tipo: cinema, cinema, cinema, ripetuto ottantamila volte e funzionava, anche se la citazione di Mosaic fu fatta su un sito fatto bene e con tutti i crismi di allora. Nel frattempo mi divertivo, con esperimenti di pagine da e per Nerd degli anni Novanta! Ho smanettato anche su Android, dalla versione 1.1, fino alla 2.2 (nome in codice Froyo), ma poi altri impegni di lavoro mi hanno impedito di andare avanti. Ho comunque seguito il progetto della nascita del sistema operativo per smartphone di Google.

Altri tempi. Erano i tempi dei banner, dove guadagnavi davvero con i click, ma magari queste son storie che vi racconterò un’altra volta!

Nel frattempo, per guadagnarmi da vivere, perché il web era un sano divertimento da smanettone nerd, dal 1996 e fino al 2013 ho lavorato prima come traduttore e interprete e poi, dal 2000, come redattore di manualistica tecnica multilingue per svariate compagnie multinazionali, soprattutto tedesche, ma non solo (Bulk Literature Expert). La manualistica tecnica, prodotta in forma massiva (localizzazione in oltre 20 lingue, comprese quelle ad alfabeto cirillico e quelle a ideogrammi), prevede una redazione dei testi e della grafica che già deve prevedere a monte spaziature adeguate in fase di progettazione. Mi occupavo del coordinamento delle versioni multilingue e della ingegnerizzazione della manualistica, partendo dalla pagina bianca. L’amore per le parole chiave è nato lì, per lavoro, ci son cose alle quali ti devi appassionare, perché altrimenti non avrai mai né il tempo, né la costanza per tuffartici dentro fino al collo, andando a passarci le serate e le nottate. Ma anche la storia di quando coordinavo la traduzione dei software per gli svizzeri è interessante, perché per gli svizzeri bisognava rispettare il numero dei caratteri della lingua di partenza anche in quella d’arrivo. E come è noto, tutte le lingue latine sono più prolisse di quelle nordiche. Quante battaglie e litigate, per spiegare che non si potevano abbreviare i testi arbitrariamente!

Nel 2013 le multinazionali con cui collaboravo trasferirono tutta la produzione di manualistica nei paesi dell’Est Europa, per ragioni di profitto e riduzione dei costi, così provai sulla mia pelle che cosa significa ritrovarsi a casa a girarsi i pollici.

Fu lì che decisi che non avrei mai più lavorato per le multinazionali, niente contro di loro, del resto anche Google e Facebook sono multinazionali, ci mancherebbe. Però un certo lavoro per le multinazionali, soprattutto quelle che ti spremono come un limone e poi ti buttano nella pattumiera quando non gli servi più, non fa più per me. Oggi guadagno, se va bene un terzo, di quello che guadagnavo nei primi anni Duemila, ma non tornerei indietro nemmeno per tutto l’oro del mondo o meglio, è stata un’esperienza che non rinnego e non rimpiango, ma che non rifarei più oggi.

Il resto è storia più recente e che mi porta e vi porta a conoscere quello che sono oggi e quello che posso/possiamo fare per la Vostra Azienda. Nel 2015 ho frequentato presso Confesercenti Pistoia un corso di marketing finanziato dalla Regione Toscana con Fondi Europei, superato a pieni voti e primo in graduatoria su venti partecipanti. Èho iniziato ad appassionarmi al marketing digitale. Già negli anni in cui avevo collaborato con le multinazionali sotto altra veste, avevo avuto a che fare con i reparti di marketing delle multinazionali, per cui questa nuova visionaria carriera mi ha fatto riaccendere delle lampadine che già esistevano nella mia testa.

Ho deciso che questa era la mia nuova strada di vita da intraprendere, mi sono rimesso a studiare in proprio, come autodidatta, e ho ricominciato da zero, dalle basi del marketing (Claude Hopkins, Philip Kotler, Dale Carnegie, Robert Cialdini e tanti altri più giovani e anche moderni, di cui parleremo nel Blog). Ho ricominciato facendo il social media tuttofare per alcune realtà locali toscane (agriturismi, agenzie di viaggio, ristoranti e pizzerie). Dopo una crescita professionale durata 4 anni, con decine di corsi frequentati al livello nazionale (tutti documentabili, ma principalmente riferiti allo straordinario gruppo formativo di SearchOn, che organizza svariati eventi come il Web Marketing Festival, il Search Marketing Connect, l’Advanced SEO Tool), nel febbraio 2019 ho fondato Pistakkio®, azienda in solopreneurship liquida che si occupa di consulenza SEO e campagne pubblicitarie online su Google Ads (e Facebook Ads). Collaboro in maniera appunto “liquida” (la definizione di società liquida è celeberrima e proviene da Zygmunt Bauman) con altri professionisti freelancer come me, con i quali sono in grado di fornire servizi trasversali che vanno oltre quello che è il mio core-business, la consulenza SEO e le campagne pubblicitarie su Google Ads.

Poiché Pistakkio® è un progetto e una realtà collaborativa, da qui ne deriva anche l’uso del plurale, quando parliamo della realtà imprenditoriale. Non esitate a chiederci info e lumi su chi collabora con noi, non abbiamo segreti, a voce e in presenza vi spiegheremo tutto, anche se la supervisione dei progetti gestiti resta sempre a me personalmente.

Oggi Pistakkio® è una realtà in crescita, piccola, ma serena. Come il frutto altamente energetico al quale ci ispiriamo, siamo flessibili, snelli e non facciamo “ingrassare” l’organico delle aziende con le quali collaboriamo.

L’autoformazione e lo studio continuano. Dedico un paio di ore al giorno per stare al passo con tutto quello che accade nel mondo del digital marketing e della SEO e abbiamo un canale Telegram e un podcast originale, dedicato alla SEO, che vi invitiamo ad ascoltare, magari nei momenti di pausa e trasferimento in auto o nei mezzi pubblici, e al quale vi invitiamo ad iscrivervi, per ascoltare dalla nostra viva voce il nostro percorso formativo e di divulgazione in campo digitale.

Il nostro punto di forza è l’amore per le parole chiave. Possiamo gestire campagne pubblicitarie multilingue online su Google Ads, per la promozione nei paesi esteri di tutto il mondo in completa autonomia, senza passare da traduttori automatici e senza il tramite di altre persone intermediarie. Questo è il nostro maggior punto di forza e il tratto distintivo che ci distingue da tutta la concorrenza.

Per scelta, e anche perché aspiriamo a un buon equilibrio tra vita lavorativa e vita privata, possiamo gestire un numero limitato di progetti, diciamo non più di quindici, in contemporanea, questo per non compromettere la qualità del nostro lavoro, che è ancora dettato da manualità e artigianalità certosina e meticolosa precisione nella definizione di obiettivi e tattiche per raggiungerli. Il tutto è ovviamente misurabile, misurato e comunicato tramite la reportistica online che i mezzi moderni ci mettono a disposizione. Contattateci per chiedere informazioni sulla nostra disponibilità.

Inserisci il numero con o senza Prefisso Internazionale (+39)
StoriaStoriaStoriaStoriaStoria
Chiama ora!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: